Bosch: l’inconscio, il sogno e la metafora

03-2017

di Flavio Mola

Ogni opera d'arte è lo specchio dei contenuti inconsci e dei pensieri consapevoli dell'artista che l'ha creata; è anche lo specchio del contesto naturale, culturale e sociale in cui questa è venuta alla luce. Non sempre però questo specchio offre una visione chiara di ciò che alimenta i contenuti di un libro, le forme di una scultura o le immagini di un dipinto. Le fatiche di Hieronymus Bosch, ad esempio, aprono le porte al dubbio e alla difficoltà di comprendere sino in fondo il pensiero umano.

Articolo riservato agli abbonati. Fai il . Non sei abbonato? Abbonati

L’importanza dei corridoi umanitari

03-2017

di Graziano Chiura

La follia umana determina sempre vittime innocenti. In questi ultimi anni, ancora una volta nella storia, stiamo assistendo a imponenti e devastanti migrazioni. Questa situazione provoca instabilità mondiale. Occorrono soluzioni nuove, efficaci e coraggiose. I corridoi umanitari rappresentano un modo concreto per risolvere i problemi e sono una speranza in un oceano di indifferenza.

Articolo riservato agli abbonati. Fai il . Non sei abbonato? Abbonati

Le invasioni e le migrazioni in Europa tra il IV e l’XI secolo

03-2017

di Nicola Di Mauro

I progressivi e costanti spostamenti di vari popoli di diversa stirpe (nordica e germanica) dal Reno e dal Danubio giunsero fino al Mediterraneo, estendendosi dappertutto. Si stanziarono nel Centro Europa, varcarono le Alpi e si spinsero oltre, dopo aver sfondato i confini dell’Impero romano. Questi popoli ricrearono al suo interno un nuovo assetto politico-territoriale, di proporzioni incredibilmente estese e complesse, provvisto di una eccezionale impalcatura culturale, che pervenne a punte elevatissime di civiltà.

Articolo riservato agli abbonati. Fai il . Non sei abbonato? Abbonati