I Trasformazioni delle identità

06-2017
Scienza, pensiero, differenze di genere e il modello monosessuale

di Flavio Mola

Manuali di medicina, traduzioni e compendi latini sono stati influenzati dalla concezione dell’unico sesso nell’uomo e nella donna sino al tardo millecinquecento. È possibile che i libri e i consigli dei “dotti” abbiano condizionato il senso comune circa le idee sui corpi e le identità a loro attribuite, ma è anche possibile che pensieri socialmente costruiti abbiano condizionato i “dotti” e la gente comune nel percepire e nello sperimentare il rapporto tra i sessi. Non era il corpo a parlare ma, al contrario, il sistema di pensieri che si formava sulla sua natura.

Articolo riservato agli abbonati. Fai il . Non sei abbonato? Abbonati

Estensione del caos mediorientale

06-2017

di Graziano Chiura

Intricate vicende si vanno a innestare nel Medio Oriente, dove la situazione si sta complicando giorno dopo giorno. Strane alleanze e discutibili interessi rendono la matassa mediorientale indecifrabile. Ogni mossa complica e moltiplica i problemi da risolvere. Spesso fare o non fare senza un preciso disegno, in assenza di un accordo tra tutti gli attori in scena, scatena reazioni a catena impreviste e imprevedibili.

Articolo riservato agli abbonati. Fai il . Non sei abbonato? Abbonati

Nietzsche e Torino: una forte attrazione

06-2017

di Nicola Di Mauro

Il filologo, filosofo e critico della modernità Friedrich Wilhelm Nietzsche (1844-1900) trova asilo e ispirazione a Torino in un periodo difficile della sua tormentata vita, dalla primavera del 1888 (a partire dal 5 aprile) al 5 giugno, e dal 21 settembre ai primi di gennaio del 1889. Il capoluogo subalpino gli era piaciuto tantissimo da subito, con le sue atmosfere “magiche”, i suoi monumenti e palazzi. Nel pomeriggio, spesso dopo aver passeggiato lungo le sue vie ordinate e pulite, si recava a scrivere al Caffè Fiorio. Per il filosofo appassionato di musica, che aveva conosciuto Richard Wagner e insegnato a Basilea, la città era stata una sorpresa bella e inaspettata. Questa esperienza l’aveva segnato in profondità e non era stato per lui possibile passare indenne dal fuoco creativo del sito taurino bagnato dal Po.

Continua la lettura di Nietzsche e Torino: una forte attrazione