Espansione del dragone rosso cinese

04-2018

di Maurizio Monticone

La Cina capitalista comunista sta creando un mercato interno in grado di assorbire gran parte della sua produzione al fine di evitare, con le contrazioni di vendita di merci all'estero - causate da imposizione di dazi statunitensi e dalla crisi economica internazionale - la riduzione della crescita economica e del consenso sociale; in modo tale di disporre del tempo necessario per consolidare la sua ascesa politica, economica e militare nel mondo.

Articolo riservato agli abbonati. Fai il . Non sei abbonato? Abbonati